Archivi categoria: articolo

Saremo presenti a fornitore offresi il 28-29 gennaio 2011

Presso Lariofiere – Viale Resegone – 22036 Erba  al Padiglione B – Stand 210

COME ARRIVARE –

La nostra squadra sarà presente alla fiera del distretto metalmeccanico Lecchese per incontrare le aziende ed invitare i giovani presenti a partecipare ai nostri progetti.

Avrete l’opportunità di:
Incontrare Walter Silvano, riferimento formativo per i manager e i leader delle 200 principali aziende italiane
Scegliere di partecipare al progetto con la Vostra azienda, investendo su un Vostro collaboratore che verrà formato per fare da TUTOR ai Giovani che potrete ospitare nella durante gli stages formativi
Segnalare la Vostra candidatura per partecipare al 1° Master Manageriale 2011

AAA fornitore offresi 2011

La BCC (Banca di Credito Cooperativo) di Cremeno contribuisce al progetto Lecco 100

Nel ringraziare la BCC per il suo contributo al progetto Lecco 100 vogliamo proporre un estratto della loro storia, presente sul sito http://www.bcccremeno.it/

BCC Cremeno

“Era il 5 Settembre 1910 e seguendo il timido fiorire del progresso che anche fra questi monti iniziava a prendere corpo, nasceva fondata da Don Spreafico di Cremeno e da un piccolo gruppo di uomini e donne la prima Cassa Rurale di Cremeno. Finalmente un’aria di ripresa dopo la povertà e la miseria che nei primi del secolo scorso dilagava e portando nuovo vigore agli abitanti di questa splendida valle. La Cassa Rurale ed Artigiana di Cremeno che nel contempo otteneva la competenza terrritoriale anche in questi paesi, sostenne con i sudati risparmi dei contadini e degli operai, quei nuovi e coraggiosi imprendidotori che tramandarono il loro spirito alle nuove generazioni, creando fiorenti industrie e rafforzando anche l’indotto di artigiani, fabbri, aziende edili e così via, che col tempo e il duro, onesto lavoro, hanno portato la Valsassina ad essere un piccolo paradiso dove l’occupazione é pressochè totale.”

e l’articolo 2 dello statuto , sottotitolato :

“I PRINCIPI ISPIRATORI
Nell’esercizio della sua attività, la società si ispira ai principi dell’insegnamento sociale cristiano e ai principi cooperativi della mutualità senza fini di speculazione privata.
La società ha lo scopo di favorire i soci e gli appartenenti alle comunità locali nelle operazioni e nei servizi di banca, perseguendo il miglioramento delle condizioni morali, culturali ed economiche degli stessi e promuovendo lo sviluppo della cooperazione, l’educazione al risparmio e alla previdenza, nonché la coesione sociale e la crescita responsabile e sostenibile nel territorio nel quale opera.”